Hack e Cristoforetti, dall’astrofisica allo spazio

Le donne italiane hanno parlato molto dello spazio, fin tanto da arrivarci. Ed è così, che dall’astrofisica di Margherita Hack si è arrivati all’astronauta Samantha Cristoforetti, che va quindi a risultare come un’applicazione degli studi di cui la Hack era appassionata. Due donne straordinarie, che sono divenute famose in tutto il mondo, e di cui andiamo qui a presentare una breve storia.

Margherita Hack

Margherita Hack (Firenze, 1922 – Trieste, 2013) è stata un’astrofisica e una delle figure più importanti per la divulgazione scientifica italiana. Una mente eccelsa e libera, che l’ha spinta ai vertici della conoscenza nel suo campo, di cui parlava con passione e modestia. La si ricorda anche per la sua dialettica, tra l’elegante e il popolare, come fosse una chiunque. Il suo pensiero, esposto sempre senza filtri e per questo a volte criticata da ipocriti e benpensanti.

“La Hack” detenne la cattedra di professore ordinario di astronomia all’Università di Trieste dal 1964 al 1992, quando divenne “fuori ruolo” per anzianità. E’ stata membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche ed ha lavorato presso numerosi osservatori americani ed europei, diventando membro dei gruppi di lavoro di ESA e NASA. In Italia ha giocato un ruolo decisivo nell’opera di promozione della disciplina astronomica, tale che la comunità astronomica italiana espandesse la sua attività nell’utilizzo di vari satelliti, giungendo così ad un livello di rinomanza internazionale.

E’ stata insignita di varie importanti onorificenze tra cui quella di Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, oltre che della medaglia d’oro ai benemeriti della scienza e della cultura.

Samantha Cristoforetti

Samantha Cristoforetti (Milano, 1977) è stata la prima astronauta militare italiana, la prima donna italiana a vestire la divisa dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Prima di diventare astronauta, come ben si sa, il processo è davvvero lungo. Basti dire che alla selezione per diventare parte della squadra dell’ESA hanno partecipato 8.500 candidati e Samantha Cristoforetti è risultata tra i migliori sei.

Prima di diventare astronauta, Samantha Cristoforetti ha seguito un percorso didattico che l’ha portata a diventare aviatrice ed ingegnere.

Con la sua prima missione nello spazio, ha battuto il record europeo (oltre quello femminile) di permanenza nello spazio in un solo volo. Tale permanenza è stata di 199 giorni ed è avvenuta a cavallo tra il 2014 e il 2015.

Samantha Cristoforetti è divenuta subito celebre sia in Italia che nel mondo. Tramite il suo profilo sul social network Twitter (@Astrosamantha) ha potuto postare centinaia di foto dalla missione spaziale in atto, ottenendo ogni giorno migliaia di follower interessati alla sua figura e alla stessa missione.